Venezia, scrive scuola con la «q»: maestra licenziata! Però puoi scrivere “traccie” invece di “tracce”, sbagliare il congiuntivo, dire “più migliori”, confondere Vittorio Emanuele III con Vittorio Amedeo III e allora il posto da Ministro dell’Istruzione nessuno te lo leva!

 

scuola

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

Venezia, scrive scuola con la «q»: maestra licenziata! Però puoi scrivere “traccie” invece di “tracce”, sbagliare il congiuntivo, dire “più migliori”, confondere Vittorio Emanuele III con Vittorio Amedeo III e allora il posto da Ministro dell’Istruzione nessuno te lo leva!

 

Leggiamo da Il Messaggero (ma la notizia la trovate su tutti i quotidiani):

Venezia, scrive “scuola” con la “q”: maestra licenziata

Sono stati alcuni gravi errori ortografici fatti da una maestra, come scrivere “scuola” con la “q” o sbagliare le doppie, a spingere i genitori di una scuola elementare di Santa Maria di Sala (Venezia) a non mandare i figli a lezione per protesta. “Rischiano di restare ignoranti”, temono le famiglie.

Il licenziamento della donna, a seguito delle numerose segnalazioni alla preside, è stato confermato dal tribunale, che ha respinto la richiesta di trasferimento della docente.

La maestra, che tra il 2015 ed il 2016 aveva insegnato ad un totale di 39 alunni, ha fatto ricorso al tribunale del lavoro, con la speranza di poter essere integrata, ma senza successo: è stata infatti rimossa dall’incarico per “asserita incapacità didattica” e licenziata dal Ministero dell’Istruzione.

Ora, vorremmo ricordare chi è il nostro “Ministro dell’istruzione” che ha licenziato la maestra ignorante:

è quella che ha millantato una laurea per poi essere sputtanata dal web

è quella che ha scritto “traccie” invece che tracce per la maturità 2017

è quella che ha scritto “battere” al posto di batterio

è quella del congiuntivo sbagliato nella lettera spedita al Corriere della Sera

è quella che ha detto “più migliori” durante un discorso agli insegnanti

è quella che ha confuso Vittorio Emanuele III con Vittorio Amedeo III

…e tutto questo ed altro ancora in meno di un anno…

Sig.ra Fedeli forse, invece di andare a caccia di maestre ignoranti, è molto più meglio che te ne vai a cagare…

By Eles

Dopo la Lorenzin che non sa la differenza tra batteri e virus, ecco un altro capolavoro di questo Governo: La Fedeli (Ministro dell’istruzione, per chi non lo sapesse) fa incontrare Vittorio Emanuele III e Napoleone…!

 

Fedeli

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

Ve la ricordate la gaffe della Lorenzin?

Giusto per ricordarvelo: il Ministro Lorenzin scrive di antibiotici che combattono virus. Tutti possono non sapere che gli antibiotici combattono i batteri, non i virus. TUTTI MA NON IL MINISTRO DELLA SANITA’ !!! Un Ministro della Sanità deve saperlo, cazzo!! In un Paese civile una così l’avrebbero già cacciato a calci in c…!

C’è chi ha fatto quasi peggio…

Dopo la Lorenzin che non sa la differenza tra batteri e virus, ecco un altro capolavoro di questo Governo: La Fedeli (Ministro dell’istruzione, per chi non lo sapesse) fa incontrare Vittorio Emanuele III e Napoleone…!

 

La Fedeli casca sulla Storia. E fa incontrare Vittorio Emanuele III e Napoleone
Dopo la laurea che non c’era, nuovo scivolone della titolare al dicastero

Un altro scivolone per la ministra Valeria Fedeli. Dopo la storia della sua laurea mai conseguita (si trattava di un diploma) inserita nella sua biografia da ministro dell’Istruzione la titolare del dicastero torna a fare una gaffe, questa volta in tema di storia.

La gaffe è visibile sul sito del Miur, nella sezione Ministra: la Fedeli con tanto di carta intestata del Ministero scrive che “È qui che nel 1631 venne firmata la Pace che concluse la guerra del Monferrato, durante la peste che fa da sfondo ai Promessi Sposi. È qui che più tardi, nel 1796, Napoleone impose a Vittorio Emanuele III l’armistizio con cui decretò la capitolazione Sabauda”. Peccato che Vittorio Emanuele III salirà sul trono soltanto un secolo dopo…(e l’altro l’armistizio fu firmato da Vittorio Amedeo III).

Come se non bastasse l’intervento della Fedeli è stato registrato durante il Premio Cherasco Storia che come si legge nella presentazione “si propone di esaltare la storia come disciplina fondamentale di ogni convivenza civile e di favorire nei giovani la passione per la ricerca e l’indagine approfondita del passato”.

MINISTERO
fonte: http://www.huffingtonpost.it/2017/06/06/la-fedeli-casca-sulla-storia-e-fa-incontrare-vittorio-emanuele_a_22128150/?ref=fbpr