Caro idiota che col canone finanzi la propaganda elettorale di Renzi, sappi che i Tg che esultano perchè la disoccupazione scesa, udite udite, dall’11,1 all’11%, ti stanno prendendo per i fondelli!

disoccupazione

 

disoccupazione

 

.

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

 

Caro idiota che col canone finanzi la propaganda elettorale di Renzi, sappi che i Tg che esultano perchè la disoccupazione scesa, udite udite, dall’11,1 all’11%, ti stanno prendendo per i fondelli!

Tanto finto clamore per un risultato ridicolo. E nessuno ti dice, per esempio, che dei 65 mila nuovi posti di lavoro, ben 54 mila sono a termine, ALTRI PRECARI!

Ma tu stai sereno, lo vedi come dopo 4 anni di Renzi stiamo tutti meglio?

E sei contento che col tuo canone finanzi la propaganda che Renzi si fa sulla Tv di regime?

by Eles

Occupazione. Renzi trilla: “aumento, un dato storico”, Gentiloni lo segue. È vero, ma dei 497mila nuovi posti di lavoro ben 450 mila sono a termine, un “ennesimo boom”, dice Scacchetti (Cgil). I media diffondono notizie false.

I titoli sulla occupazione sono fatti in fotocopia. I media ancora una volta si prestano a volgari operazioni utilizzando i dati Istat, che fa di tutto per confondere le acque. I grandi online, compreso Huffington Post, hanno titoli che sembrano fatti in fotocopia. Non c’è neppure bisogno di “suggerimenti” da parte dei comunicatori di Palazzo Chigi, sempre pronti a dare “consigli”, rivelare “retroscena”. Renzi trilla pochi minuti dopo che Istat aveva diffuso la grande notizia sull’aumento dell’occupazione. Il  segretario del Pd annuncia trionfante che “in campagna elettorale contano i risultati non le promesse. Noi ci  presentiamo con un milione di posti di lavoro in più, Pil in salita e indicatori economici in più. Un dato storico”. Gentiloni per non rimanere indietro  gorgheggia: “A novembre il numero di occupati ha raggiunto il livello più alto da 40 anni e scende anche la disoccupazione giovanile. Si può e si deve fare meglio. Servono più che mai impegno e serietà, non certo una girandola di illusioni”. La televisione, quella pubblica in particolare, non si fa pregare. Esemplare il televideo Rai. Titola: “Occupazione al top dal 1977”. Nella foga dell’annuncio un clamoroso errore. Addirittura  si indica come dato del “top” il 2018.

Prosegue l’orgia della precarietà, lavoretti anche solo per pochi mesi

Se passiamo ai quotidiani online da La Repubblica al Corriere, alla Stampa si può parlare di un’orgia di occupazione, una overdose, quasi una droga. La parola d’ordine è il balzo degli occupati a novembre 2017 rispetto ad ottobre,il famigerato +65 mila. La disoccupazione é scesa, udite udite, dall’11,1 di ottobre a 11% di novembre, il grande salto è dello 0,1%. Se prosegui la lettura del comunicato Istat, scopri, quasi nascosto, che le 65  mila unità in più si devono esclusivamente ai dipendenti (+68 mila) il cui aumento è compensato, si fa per dire, da un calo degli indipendenti (-3 mila), cioè liberi professionisti, autonomi e imprenditori. E scopri che dei  65 mila in più ben 54 mila sono posti di lavoro a termine, anche per solo pochi mesi. Fanno statistica, si dirà. Ma si tratta di lavoretti, precarietà che cresce. Di “ennesimo boom dei contratti a termine”, parla Tania Tania Scacchetti, segretaria confederale della Cgil in una dichiarazione che riportiamo a conclusione dell’articolo.

La riprova viene dai dati per fascia di età. La voce più rilevante della crescita degli occupati riguarda la fascia di età degli over 50 (+52 mila), a causa dell’innalzamento dell’età pensionabile che mantiene sempre di più al lavoro persone che già hanno un impiego. La seconda fascia che cresce di più è però quella dei giovani (27 mila), seguita da quella 25-34 (+12 mila) mentre risulta in calo la fascia 35-49 (-27 mila). Proprio la crescita della fascia dei giovani offre, se ce n’era bisogno, la riprova che si tratta di lavoro precario, lavoretti appunto che portano il numero degli occupati a 23.183.000, aggiornando il record dal 1977, data di partenza delle serie storiche dell’istituto di statistica. Su base annua, la crescita degli occupati si concentra tra i lavoratori dipendenti (+497 mila, di cui +450 mila a termine e +48 mila permanenti), mentre calano gli indipendenti (-152 mila). Calano anche gli inattivi. Guarda caso coloro che non cercano e non trovano lavoro calano di 61 mila unità. Grosso modo quanti sono gli assunti  con contratti a termine.

La dichiarazione rilasciata da Tania Scacchetti, segretaria confederale della Cgil

“Ancora troppe poche luci nei dati sulla occupazione. Vanno evitati gli entusiasmi, necessario ripartire dagli investimenti e dal lavoro di qualità. I dati pubblicati da Istat sugli occupati e disoccupati di novembre – afferma la segretaria confederale della Cgil – sono ancora molto deboli per pensare a una svolta decisiva nella situazione della occupazione del nostro paese. La crescita  del numero degli occupati, infatti , è più debole che nel resto dell’Europa e si accompagna ad un evidente calo della qualità degli stessi. Se poi si raffrontano le ore lavorate risulta evidente che siamo ancora molto lontani dal recuperare i dati precrisi. L’ennesimo boom dei contratti a termine sancisce il fallimento delle politiche degli sgravi a pioggia e conferma che sono necessarie misure strutturali, a partire da un piano straordinario di investimenti per generare  occupazione stabile, a partire da quella giovanile e femminile, oltre che un intervento di riduzione del carico fiscale su lavoro e pensioni. La crescita della occupazione – conclude  Scacchetti – rimane poi marcata in particolare tra gli over 50 e non nelle fasce centrali di età che rischiano di pagare duramente questa fase storica”.

 

fonte: http://www.jobsnews.it/2018/01/occupazione-renzi-trilla-aumento-un-dato-storico-gentiloni-lo-segue-e-vero-ma-dei-497mila-nuovi-posti-di-lavoro-ben-450-mila-sono-a-termine-un-ennesimo-boom/

Caro idiota che col canone finanzi la propaganda elettorale di Renzi, sappi che i Tg che esultano perchè la disoccupazione scesa, udite udite, dall’11,1 all’11%, ti stanno prendendo per i fondelli!ultima modifica: 2018-01-09T20:47:13+01:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento