Un altro fantastico successo del Pd di Renzi che forse i media non Vi hanno raccontato – A Trapani il candidato Pd va al ballottaggio senza avversario e riesce a perdere lo stesso!

Renzi

 

Renzi

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

Un altro fantastico successo del Pd di Renzi che forse i media non Vi hanno raccontato – A Trapani il candidato Pd va al ballottaggio senza avversario e riesce a perdere lo stesso!

A Trapani Il PD perde senza un avversario!
BALLOTTAGGIO a Trapani? Una farsa da quasi 400.000 euro di soldi pubblici!!!
Trapani sarà commissariata!
L’astensione é stata del 73.30%.
Questo sancisce, senza se e senza ma, la sconfitta di tutta la vecchia classe dirigente e politica del territorio trapanese, Pd compreso.
Il POPOLO SOVRANO non andando a votare ha deciso, con numeri che non lasciano scampo, che è arrivato il momento di dar spazio al nuovo che avanza.

P.s. questo ballottaggio è costato quasi 400.000 euro di soldi pubblici, che si potevano risparmiare, se il PD avesse ritenuto di non portarlo avanti perchè senza un avversario!

Da La Stampa:

Lo strano caso di Trapani, il candidato unico battuto dal quorum: arriverà il commissario

Il candidato “dem” Pietro Savona al ballottaggio “anomalo” di Trapani è stato battuto dal quorum. Candidato unico al ballottaggio per essere eletto doveva battere il quorum dei votanti, 50 per cento più uno, e ottenere il 25 per cento dei consensi. Gli elettori trapanesi, all’incirca 60 mila, hanno scelto di seguire gli appelli a non andare a votare arrivati innanzitutto dai candidati che all’inizio di queste elezioni sono stati dati per accreditati alla vittoria, e cioè l’ex sindaco Girolamo Fazio e il senatore di Forza Italia Tonino D’Alì, avversari dentro il centro destra.

In piena campagna elettorale Fazio e D’Alì sono stati raggiunti da provvedimenti giudiziari che li hanno azzoppati ma non li hanno indotti a ritirarsi: Fazio super indagato per la tangentopoli sulla gestione dei trasporti marittimi siciliani; D’Alì proposto per la sorveglianza speciale dalla Dda di Palermo per via dei rapporti con i mafiosi Messina Denaro. Fazio non ha acciuffato l’elezione diretta ma l’11 giugno è stato il più votato col 31 per cento, accedendo al ballottaggio assieme a Savona, 28 per cento, riuscito a superare di cinque punti il senatore D’Alì. A 48 ore dal voto Fazio ha deciso di autoescludersi dal ballottaggio, non presentando la lista degli assessori. Ha così lasciato da solo il candidato del Pd Pietro Savona.
Ma il quorum non è stato raggiunto!
Un altro fantastico successo del Pd di Renzi che forse i media non Vi hanno raccontato – A Trapani il candidato Pd va al ballottaggio senza avversario e riesce a perdere lo stesso!ultima modifica: 2017-06-26T22:28:54+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento