Cane aizzato contro un “vucumprà”, tutto intorno ridevano e la padrona: “lui odia i negri come me” …ma proprio non vi fa schifo essere chiamati italiani? A me SI! Ed a questo punto, proprio tanto!

negri

 

negri

 

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

 

Cane aizzato contro un “vucumprà”, tutto intorno ridevano e la padrona: “lui odia i negri come me” …ma proprio non vi fa schifo essere chiamati italiani? A me SI! Ed a questo punto, proprio tanto!

Cane aizzato contro un “vucumprà”, la padrona: “lui odia i negri come me”

Accade in Liguria. A raccontare la vicenda una ragazza Simona, che alle sue proteste si è sentita rispondere: “ospitali tu, puttana buonista”.

È un racconto agghiacciante quello che Simona ha rilasciato all’Espresso, dopo essere stata costretta a rimuoverlo da Facebook a causa delle troppe minacce ricevute, a lei e alla sua famiglia.

Simona era in una spiaggia, in Liguria, quando un cane di piccola taglia è corso verso un ragazzo di colore, uno di quelli che Salvini chiamerebbe con disprezzo razzista “vucumprà”. Il cane era stato aizzato dalla padrona e ha cominciato ad abbaiare e a ringhiare contro il ragazzo, mentre l’intera spiaggia applaudiva e lo incoraggiava. Una scena che in un paese civile non potrebbe e non dovrebbe verificarsi, ma è questa l’Italia sdoganata da Salvini: violenta, cattiva e criminale.

Simona ha provato a chiedere alla padrona del cane come le fosse venuto in mente e si è sentita rispondere: “il mio cane, come me, odia i negri. Fatti i cazzi tuoi, puttana buonista, ospitali a casa tua i negri così ti scopano meglio di tuo marito”.

Parole indegne del più becero scaricatore di porto in bocca a una distinta, e bianca, signora con il cagnolino in spiaggia. Una donna imbevuta d’odio al punto da non rendersi conto della propria stupidità.

Simona ha raccontato il fatto in un post, ma ha ricevuto talmente tante minacce da essere stata costretta a rimuoverlo. Riportiamo solo la fine: “”Io non ce la faccio ad accettare tutto questo. Non sono un’esperta di migrazioni, non sono una politica, non sono nulla di nulla. Sono solo una donna profondamente sconsolata e preoccupata da questo mondo in cui a volte mi sento come un pesce fuori d’acqua. Ma non ci sto. Io non lo accetto”.

 

 

tratto da: https://www.globalist.it/news/2018/07/03/cane-aizzato-contro-un-vucumpra-la-padrona-lui-odia-i-negri-come-me-2027300.html

Cane aizzato contro un “vucumprà”, tutto intorno ridevano e la padrona: “lui odia i negri come me” …ma proprio non vi fa schifo essere chiamati italiani? A me SI! Ed a questo punto, proprio tanto!ultima modifica: 2018-07-04T21:34:38+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento