Ricapitoliamo: l’Italia è quel paese dove lo Job Act e la Legge Fornero sono sacrifici responsabili e necessari, mentre l’abolizione dei vitalizi è un attentato allo Stato di Diritto.

abolizione dei vitalizi

 

 

abolizione dei vitalizi

 

.

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

 

Ricapitoliamo: l’Italia è quel paese dove lo Job Act e la Legge Fornero sono sacrifici responsabili e necessari,  mentre l’abolizione dei vitalizi è un attentato allo Stato di Diritto.

 

Abolizioni vitalizi, la delibera di Fico. La Casellati frena: “Qualche perplessità”… Mentre la Casta non ci sta: gli Ex deputati in coro, “abolizione dei vitalizi è un attentato allo Stato di Diritto”

Il nuovo governo MS5-Lega ha annunciato il taglio ai famosi vitalizi, le pensioni d’oro percepite dagli ex parlamentari, secondo gli attuali membri dell’esecutivo, in maniera ingiusta.

Molti i consensi nei confronti di questa manovra, ma non sono mancate le parole di condanna. Al di là ovviamente della denuncia della stessa “Casta” (che potete trovare qui sotto), anche la presidente del senato, Elisabetta Alberti Casellati, ha esternato qualche perplessità circa l’annuncio del numero uno della Camera, Fico. L’esponente di Forza Italia, come riportato dall’agenzia Ansa, auspica soluzioni condivise circa la famosa “sforbiciata”, e dice di avere «qualche perplessità sul fatto di poter incidere sui diritti acquisiti». Secondo la Casellati, tagliare i vitalizi: «significa incidere sullo status di persone che magari oggi possono avere anche un’età rilevante e che si trovano improvvisamente ad avere uno stipendio magari inferiore al reddito di cittadinanza».

GLI EX PARLAMENTARI INSORGON: L’ABOLIZIONE DEI VITALIZI È UN ATTENTATO ALLO STATO DI DIRITTO”

Sono pronti a rappresaglie gli ex parlamentari a cui il governo ha previsto di tagliare il vitalizio, la cosiddetta Casta. Come riportato da Il Fatto Quotidiano, è stata indetta quest’oggi una conferenza stampa in cui i privilegiati di cui sopra hanno alzato la voce, esternando le proprie ragioni: «Noi non siamo uguali agli altri, è una vendetta politica, un attacco frontale allo Stato di diritto». Quindi la minaccia ai parlamentari: «L’associazione degli ex ha infatti inviato a tutti i membri dell’Ufficio di presidenza della Camera una diffida stragiudiziale a non approvare la delibera, con la minaccia di un’azione civile e amministrativa per danni rispetto alla quale risponderebbero personalmente e patrimonialmente ciascun membro dell’ufficio di Presidenza, compreso il presidente Roberto Fico». Parole a cui ha prontamente replicato il ministro del lavoro e dello sviluppo economico, Luigi Di Maio, che non si è fatto intimorire ed ha spiegato: «Ho visto che già chi sta minacciando, ma noi a queste minacce siamo abituati dagli ultimi sei anni. Quelli sono privilegi rubati non diritti acquisiti e la smettano con le minacce, è uno schiaffo alla miseria fare ricorsi e protestare perché ti tolgono un vitalizio di 6-7000 euro quando sei stato tre giorni in Parlamento».

Ricapitoliamo: l’Italia è quel paese dove lo Job Act e la Legge Fornero sono sacrifici responsabili e necessari, mentre l’abolizione dei vitalizi è un attentato allo Stato di Diritto.ultima modifica: 2018-06-29T19:44:41+02:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento