Per rinfrescare la memoria e farvi riflettere sul salvataggio delle banche venete – “Scusate, nel giro di 24 ore abbiamo letto sui giornali: “Islanda 46 anni di carcere per 9 banchieri colpevoli di cattiva gestione” …e “Banca Etruria, tutti assolti” …ma solo a me viene un tantino il sospetto che stiamo in un paese di merda”??

Islanda

 

 

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

 

Scusate, nel giro di 24 ore abbiamo letto sui giornali: “Islanda 46 anni di carcere per 9 banchieri colpevoli di cattiva gestione” …e “Banca Etruria, tutti assolti” …ma solo a me viene un tantino il sospetto che stiamo in un paese di merda??

 

Scusate, ieri abbiamo letto: “Islanda 46 anni di carcere per 9 banchieri colpevoli di cattiva gestione” …Oggi leggiamo: “Banca Etruria, tutti assolti” …ma solo a me viene un tantino il sospetto che stiamo in un paese di merda??
Banche – In Islanda i colpevoli vanno in galera: 46 anni di carcere per 9 banchieri! 

Nessun media racconta quello che è successo in Islanda, queste informazioni sono state pubblicate dal sito YourNewsWire.com. Una punizione meritata che dovrebbe essere imposta ai nostri truffatori, non solo i banchieri, sopratutto i nostri cari truffaldini politicanti.

L’Islanda ha agito in modo diverso dal resto dell’Europa e degli Stati Uniti, consentendo che i banchieri fossero perseguiti come criminali piuttosto che trattarli come una specie protetta.

L’Islanda ha riconosciuto nove banchieri (banche principali) colpevoli e li ha condannati a decenni di carcere per reati legati alla crisi economica del 2008.

Giovedi, 6 ottobre la Corte Suprema islandese ha reso un verdetto di colpevolezza per i nove imputati per manipolazione del mercato Kaupthing, dopo un lungo processo che ha avuto inizio nel mese di aprile dello scorso anno.

Leggi QUI l’articolo intero

 

…Poi leggi questo

Il giudice ha assolto l’ex presidente di Banca Etruria Giuseppe Fornasari, l’ex dg Luca Bronchi e il direttore centrale Davide Canestri imputati per ostacolo alla Vigilanza. La procura annuncia appello

Leggi QUI l’articolo intero

 

E poi uno non si chiede in che cazzo di paese viviamo?

Ma Voi tranquilli, andate a votare SI per dare consenso a questa gente!

by Eles

tratto da: http://blogdieles2.altervista.org/scusate-ieri-letto-islanda-46-anni-carcere-9-banchieri-colpevoli-cattiva-gestione-oggi-leggiamo-banca-etruria-tutti-assolti-solo-viene-un-tantino-sospetto-ch/

La fatina Boschi quella che con il sorriso ammaliante prende per il culo gli Italiani – “Se perdiamo andiamo a casa…è un elemento di serietà LASCERÒ LA POLITICA…” …E infatti eccola nel nuovo Governo… Perchè questa gente la serietà non sa manco dove sta di casa!!

 

Boschi

 

.

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

La fatina Boschi quella che con il sorriso ammaliante prende per il culo gli Italiani – “Se perdiamo andiamo a casa…è un elemento di serietà LASCERÒ LA POLITICA…” …E infatti eccola nel nuovo Governo… Perchè questa gente la serietà non sa manco dove sta di casa!!

Boschi su Referendum e Renzi: “se perdiamo andiamo a casa” come atto di serietà

 

Maria Elena Boschi: “Lascio la politica se vince il NO”

Io sono Nessuno e conosco il lato oscuro del potere. Ma anche Maria Elena Boschi ha capito molto bene come funziona il potere. Lo scandalo di Banca Etruria è esploso da settimane, ma lei non ha la minima intenzione di dimettersi. I potenti fanno così: si attaccano alla poltrona e non la mollano nemmeno se vengono coperti di fango. La Fatina Boschi resiste, resiste, resiste. Ed è tranquilla.

La Boschi, quella che aveva dichiarato pubblicamente di abbandonare la politica in caso di vittoria  NO, si assicura una bella poltrona d’oro da 10.000 Euro al mese!

E le prese per il culo dai vari Craxi Andreotti e Fandani. E la presa per il culo da Berlusconi, da Monti, da Renzi, ma anche dalla Boschi dobbiamo farci prendere in giro?

Fino a ieri diceva “Se il referendum andasse male noi non continueremo il nostro progetto politico… LASCERÒ LA POLITICA…” …Ma oggi fa accomodare il suo fondoschiena sull’ambita poltrona da sottosegretario da 10.000 Euro al mese.

“Se questo programma di cambiamento non è quello voluto dai cittadini, ma come facciamo a restare?”. Lo dice il ministro Maria Elena Boschi a In mezz’ora a chi le chiede se anche lei lascerà la politica in caso di vittoria dei no al referendum sulle riforme costituzionali. “Non è un problema di destini personali- aggiunge- ma di stabilità del paese. Se il referendum andasse male noi non continueremo il nostro progetto politico, abbiamo un piano B, ci saranno altri”.

Se il referendum fallisce e Renzi lascia? “Certo che lascio”, risponde Boschi. “Io lascio – aggiunge il ministro – perchè è un lavoro che abbiamo fatto insieme e assieme ci assumiamo la responsabilità di un progetto politico“.

Signore e Signori, Ecco chi sono quelli che ci hanno governato e che continuano a governarci… Gente che il loro culo dalla poltrona d’oro non lo schioda manco uno tsunami del voto dello scorso 4 dicembre.